Responsible Innovation 14 Gennaio 2021

ARTICHOKE INTERVIEW

ARTICHOKE BAGS è il brand dedicato ai grandi viaggiatori e a tutti coloro che vivono sempre in movimento, un marchio sostenibile in cui l'aspetto funzionale del prodotto è accompagnato da un'estetica contemporanea.

Come e quando è nato ARTICHOKE BAGS? 

"Da golfista professionista, ho avuto la fortuna di visitare oltre 60 paesi e 4 continenti, diventando così un viaggiatore esperto... ma frustrato, costantemente in lotta con valige troppo piccole o troppo pesanti, troppo scomode o troppo brutte. Artichoke è nata nel 2018 per rendere l'esperienza del viaggio più semplice e rilassante, grazie al giusto bagaglio."

Qual è il DNA del brand e cosa significa il nome che hai scelto per questo progetto? 

"Il nostro obiettivo è quello di aiutare le persone a viaggiare perché pensiamo che il viaggio sia l'unico bene che “acquisti e ti rende più ricco”. Nel farlo cerchiamo di essere sostenibili, utilizzando come materiale le vele dismesse, producendo in Italia e valorizzando il lavoro degli artigiani che realizzano i nostri zaini. Il nome del brand nasce dall'immagine che ci ha suggerito il primo prototipo di zaino, una volta spogliato dell'involucro esterno svelava la parte "buona" con tutti i vestiti e la scaffalatura interna, un po' come accade con i carciofi. Tutto il team è molto amante dei carciofi e abbiamo scoperto che Artichoke vuol dire carciofo in diverse lingue e anche in qualche dialetto Italiano. Insomma, era destino."

Quali valori guidano il tuo lavoro? Cosa significa per te “essere sostenibili”? 

"Cerchiamo di aiutare le persone a scoprire il mondo, le diverse culture e ad aprire la propria mente viaggiando. A questo valore aggiungiamo la ricerca della sostenibilità, quindi la produzione dei nostri zaini non pesa sull'ambiente, usiamo materiale che altrimenti finirebbe in discarica. Facendo un calcolo veloce, abbiamo già salvato più di 5.000 metri quadri di vele. Altro fattore per noi importante, produciamo tutto in Italia in laboratori accuratamente selezionati per la loro qualità, così i nostri zaini possono durare molti anni e non devono essere continuamente sostituiti."

Quali vele vengono utilizzate per gli zaini, come vengono reperite e dove avviene la produzione? 

"Usiamo vele riciclate di diversi tipi, da quelle bianche in Dacron delle barche da crociera, fino a quelle in laminato con fibra di carbonio delle barche da regata. Sono materiali leggeri e resistenti, performanti, perfetti per produrre zaini di tutti i tipi.  Le vele che usiamo provengono principalmente da Trieste, città famosa per la cultura del mare e della barca a vela. Una volta trovate le vele con cui produrre gli zaini, scegliamo le parti migliori e le portiamo a Cittadella, un piccolo comune in provincia di Padova. Lì abbiamo instaurato un ottimo rapporto con un produttore di borse e zaini che da decenni realizza prodotti della miglior qualità da esportare in tutto il mondo."

Cosa presenti per il progetto WSM di White? 

"Tutta la nostra collezione di zaini. La star dell'evento sarà probabilmente il nuovo arrivato “Siena”, creato durante la pandemia per gli spostamenti di tutti i giorni. Altro modello interessante è lo zaino da viaggio con la scaffalatura interna, che è il primo che abbiamo creato per i veri viaggiatori e che ci ha resi famosi. Poi ci sarà la versione da trekking con chiusura asimmetrica, studiata e prodotta in collaborazione con Andrea Perici (Arch Ind), giovane produttore di zaini il cui piccolo laboratorio si trova in Val di Zoldo. Infine lo zaino “Everyday”, nato all'Isola del Giglio, creato per portare telo da mare, libro e occhialini sugli scogli dell'isola passando per i piccoli sentieri che la percorrono in lungo e in largo."

 

 

 

 

ALTRI ARTICOLI

WRÅD INTERVIEW
Scopri di più →

“Dovevamo insegnare a noi stessi cosa significasse sostenibilità della moda”, Matteo Ward racconta la genesi di WRÅD, start – up innovativa e Focus Design Studio che punta all’innovazione sostenibile all’interno del fashion system....

Leggi di più →
ARTICHOKE INTERVIEW
Scopri di più →

ARTICHOKE BAGS è il brand dedicato ai grandi viaggiatori e a tutti coloro che vivono sempre in movimento, un marchio sostenibile in cui l'aspetto funzionale del prodotto è accompagnato da un'estetica contemporanea. ...

Leggi di più →
FEDERICO CINA INTERVIEW
Scopri di più →

Romagna everywhere. Per Federico Cina, designer vincitore del contest Who Is On Next? 2019, il suo paese d’origine è davvero tutto. E lo si nota in tutte le sue collezioni: solari, ironiche, colorate e, senza dubbio, armoniche. ...

Leggi di più →
FLAVIALAROCCA SS22
Scopri di più →

  Romana, fondatrice del marchio che porta il suo nome, vincitrice nel 2019 del Franca Sozzani GCFA Award per il miglior designer emergente ai Green Carpet Fashion Awards Italia, Flavia La Rocca propone una moda fun...

Leggi di più →
GOOD SUSTAINABLE MOOD SS22
Scopri di più →

  Una moda evoluta, definita 5.0, tra sostenibilità e innovazione. Così il marchio Good Sustainable Mood dialoga con i propri clienti, per educarli a una moda green, slow e affascinante. Come ha spiegato Elena Pre...

Leggi di più →
FROY SS22
Scopri di più →

  Quali sono i codici, i punti di riferimento imprescindibili del brand? Il mondo Froy nasce da un mix culturale e artistico che met...

Leggi di più →
AGOGIC INTERVIEW
Scopri di più →

Salome è arrivata in Italia 8 anni fa, ha lavorato con North Face in Svizzera e costruito rapporti solidi con alcune realtà del made in Italy. Finché ha deciso di lanciare la sua linea. S...

Leggi di più →
AGOGIC SS22
Scopri di più →

Quali sono i codici, i punti di riferimento imprescindibili del brand? I capispalla Agogic fanno riferimento a forme classiche declinate in uno stile metr...

Leggi di più →