Responsible Innovation 14 Gennaio 2021

BE.GIN INTERVIEW

Raccontaci il tuo percorso e come è nata la tua realtà

"Be.GiN è il brand di abbigliamento sportivo ecosostenibile parte di CasaGIN, un progetto nato nel 2017 dall’idea di Daniela Prandin, prima vera promotrice di questa realtà. Daniela lavora per diversi anni nel campo della moda tra Shanghai e Milano seguendo aziende come Prada, Gucci, Ferragamo e Zegna. La sua preparazione in questo campo, frutto di anni di esperienza, è profonda e attenta. Studiosa e appassionata di lingue e culture orientali, si avvicina all’idea di CasaGIN dopo un viaggio in India all’insegna della meditazione e della spiritualità. Qui, accompagnata da lunghe passeggiate e incontri con persone da tutto il mondo, riscopre il valore del vivere con naturalezza, sviluppare una maggiore consapevolezza e impegnarsi per il bene comune del pianeta. È in questo momento che matura in lei il desiderio di lanciare un’azienda legata all’abbigliamento sano e positivo, genuino e innovativo. Qualcosa che possa essere fonte di benessere per la persona e rispettoso per l’ambiente. Oggi CasaGIN include una linea di intimo e abbigliamento da utilizzare in casa o all’aperto in fibra di faggio ed eucalipto, una linea di costumi in Econyl, una linea di T-Shirt in cotone organico certificato GOTS e appunto il nuovo marchio activewear Be.GiN, realizzato per portare la sostenibilità anche nel mondo sportivo." 

Come si porta avanti la tradizione restando al passo coi tempi?

"Caposaldo di CasaGIN e BeGiN è mettere in comunicazione la ricerca di tessuti biodegradabili, rigenerati e naturali con l’artigianalità di aziende specializzate; unire tradizione e innovazione, aggiornando le tecniche di lavorazione e accostando nuove idee a processi stoprici. Ecco perché abbiamo scelto di lavorare le nostre fibre in piccole aziende italiane dove il lavoro tessile è ancora un’arte manifatturiera. Siamo convinti che solo un prodotto realizzato con cura sia in grado di trasmettere l’autentica sensazione di benessere che ricerchiamo. Abbiamo scelto il Made in Italy perché, tra i tanti valori che ci spingono a fare ciò che realizziamo ogni giorno, c’è l’interesse a contribuire allo sviluppo sociale ed economico delle nostre comunità locali. Inoltre Made in Italy è sinonimo di qualità e garanzie. Altro punto importante è infatti l’assenza di sostanze nocive all’interno dei nostri capi. L’intero processo di filatura, tessitura e confezionamento avviene in Italia, riducendo la quantità di CO2 immessa nell’atmosfera a causa di continui spostamenti e abbattendo appunto l’utilizzo di sostanze nocive immesse nei capi, cosa che può invece avvenire all’estero a causa del limitato numero di controlli e restrizioni." 

Quali i pezzi iconici che caratterizzano il tuo marchio e come sono nati?

"Abbiamo scelto la sostenibilità per rendere la performance migliore e più consapevole. La nostra vera sfida, è scegliere tessuti performanti senza compromessi e nel rispetto della natura. Greenperfoming è il concetto che meglio riassume il nostro impegno incessante nello sviluppo di soluzioni ecosostenibili. Un esempio virtuoso in tal senso è costituito dalla T-Shirt biodegradabile, che utilizza fibre a biodegradabilità accelerata, in grado di decomporsi molto più velocemente delle normali fibre sintetiche, senza produrre sostanze tossiche durante il processo di degradazione e assicurando così un ridotto impatto ambientale, senza rinunciare ad estetica e funzionalità.  Abbiamo infatti abbinato materiali altamente performanti a fibre estremamente morbide e leggere: siamo riusciti ad ottenere prodotti le cui caratteristiche soddisfano le esigenze degli atleti più esigenti, quali traspirabilità, tecnicità, morbidezza e leggerezza."

Quali le tecniche artigianali che sono parte del tuo heritage e utilizzi ancora oggi?

"Sicuramente la specializzazione dei laboratori con cui lavoriamo rappresenta il cardine di una produzione che sposa, all'impegno nei confronti dell'ambiente, i tradizionali valori promossi dal Made in Italy: artigianalità, know how, ma anche innovazione, ispirazione e creatività. Dalle tecniche di stampa che integrano al lavoro manuale la ricerca tecnologica, al processo di creazione di prototipo e modello, puntiamo continuamente al massimo della tecnicità e della vestibilità, selezionando i migliori pattern e materiali, così da offrire un prodotto in grado di rispondere ad elevate performance."

I progetti per il futuro e che strategie stai sviluppando per superare questo momento

"Le nostre collezioni sono continuative, così da ridurre sprechi ed evitare di creare abiti usa e getta. Il nostro stile non passa, ma rimane. Così come i nostri ideali e i principi su cui affondiamo le nostre radici. Adoriamo la semplicità e crediamo che in futuro i business e le attività andranno rimodulati sull’utile e indispensabile. Be.GiN è solo l’ultima delle collezioni che abbiamo creato in pochi anni. E stiamo continuando a progettare nuove linee e allargare le nostre collezioni, con impegno, creatività e coerenza e seguendo i principi su cui affondano le nostre radici: etica e sostenibilità. La strategia che stiamo adottando in questo periodo complicato è quella di fare squadra e puntare su una distribuzione multicanale. Trovare dei validi collaboratori e impegnarsi per un sogno, una speranza, un mondo migliore. Ci troviamo davanti ad una nuova rivoluzione industriale e dobbiamo fare ciò che non è stato fatto in passato: individuare delle priorità che non siano il solo profitto economico o individuale, salvaguardando un pianeta sempre più in pericolo. La continuità dell’essere umano è a rischio a causa di comportamenti negligenti; e possiamo aver successo solo rimanendo uniti. Perciò la nuova parola d’ordine dovrebbe essere unione. Solo rimanendo vicini e aiutandoci l’un l’altro possiamo affrontare i problemi moderni che riguardano una società sempre più numerosa e con risorse sempre più limitate. La situazione nella quale ci troviamo, è un monito, una sorta di avvertimento che ci deve mettere in guardia. Il modello fin qui adottato non ha funzionato; impegniamoci tutti per un mondo migliore. Il tutto sfruttando la forza di ogni settore: l’online, i marketplace, i negozi fisici, la comunicazione integrata."  

 

ALTRI ARTICOLI

BLUE OF A KIND INTERVIEW
Scopri di più →

  Puoi parlarci della collezione che presenti al White? Ispirazioni, key pieces, materiali... La nostra è una collezione continuati...

Leggi di più →
TIZIANO GUARDINI INTERVIEW
Scopri di più →

“La natura non ha il concetto di scarto e noi ci sentiamo interpellati a riallinearci a questa legge così profonda, così semplice, così vera”. Tiziano Guardini ha dedicato all’ambiente la sua vita e il suo lavoro, la nuova collezione del ...

Leggi di più →
FROY SS22
Scopri di più →

  Quali sono i codici, i punti di riferimento imprescindibili del brand? Il mondo Froy nasce da un mix culturale e artistico che met...

Leggi di più →
FROY INTERVIEW
Scopri di più →

Come hai fondato il tuo brand? "Il brand è nato come progetto artistico nel 2009 ed è poi diventato brand di maglieria nel 2018, anno in cui abbiamo anche vinto il concorso...

Leggi di più →
STORIES MILANO INTERVIEW
Scopri di più →

Passione per l’ambiente e la sostenibilità, design e qualità dei materiali. Sono questi i punti chiave del brand Stories, guidato oggi da Stefano Giordano, designer e co-fondatore. Insieme al team, il creativo vuole rivoluzionare la moda e il ...

Leggi di più →
AGOGIC INTERVIEW
Scopri di più →

Salome è arrivata in Italia 8 anni fa, ha lavorato con North Face in Svizzera e costruito rapporti solidi con alcune realtà del made in Italy. Finché ha deciso di lanciare la sua linea. S...

Leggi di più →
TIZIANO GUARDINI WSM
Scopri di più →

  Visti i tuoi traguardi, che cosa è cambiato rispetto ai tuoi inizi? Guardo ai traguardi e mi sorprendo come se non li avessi real...

Leggi di più →