Responsible Innovation 14 Gennaio 2021

CHATTOUCHE' INTERVIEW

«L’unica soluzione quando hai paura del buio è guardarci dentro, finché vedi sfumature di luce». Da un passaggio di vita complicato, Marcelo Sanchez ha trovato un’energia nuova e il desiderio di incanalarla influenzando positivamente la società con i suoi valori mistici e di apertura universale. Con il brand Chattouché offre cappelli colorati ma anche un caleidoscopico punto di vista. 

C’è un motivo del perché tu abbia scelto di lanciare un tuo marchio proprio con i cappelli?

"Ufficialmente no, inconsciamente sicuramente sì, ma vi darei una spiegazione troppo esoterica. Sicuramente il senso di protezione e la connessione con il settimo chakra – la corona sul capo - la spiritualità cioè che ti connette con l’universo."

La tua prima collezione di cappelli made in Thailandia l’hai presentata a White lo scorso settembre. Ora, a WSM, cosa presenti?

"Ho lavorato su una collezione di cappelli made in Italy, tutti reversibili, fatti con sete double anni Settanta; gioielli no gender fatti di frammenti provenienti da Afghanistan e Tibet e Thailandia si uniscono a una parte crochet e alle corde da arrampicata; ho anche realizzato un kimono unisex e una piccola collezione di borse."

Qual è il trend d’union valoriale che accomuna tutti questi prodotti? 

"La non dualità è un concetto basico dell’induismo e del buddhismo. Non c’è positivo senza negativo, maschile senza femminile, dio senza satana. Il mio brand gioca e crea un mondo di appartenenza su questo. C’è poi la sensibilità per la diversità tra le culture e il desiderio di abbracciarle tutte." 

Il tuo brand ha un simbolo?

"Il cuore anatomico, che è uno dei miei tanti tatuaggi. Il chakra del cuore è quello che mette in armonia le polarità opposte."

Come ti poni nei confronti della sostenibilità?

"Non mi definisco sostenibile ma faccio del mio meglio. Uso materiali di recupero, faccio produzioni limitate e artigianali e conosco tutti i fornitori; cerco di essere il più coscienzioso possibile. Dopodiché tengo a sottolineare come il mio marchio aspiri ad avere un impatto positivo sulla vita delle persone, aprendole alla diversità e alla non dualità." 

 

 

 

 

ALTRI ARTICOLI

ZEROBARRACENTO INTERVIEW
Scopri di più →

Raccontaci il tuo percorso e come è nata la tua realtà. "ZEROBARRACENTO nasce dalla volontà non di rivoluzionare, bensì di ristrutturare (re-shape) i valori dell’indust...

Leggi di più →
WRÅD INTERVIEW
Scopri di più →

“Dovevamo insegnare a noi stessi cosa significasse sostenibilità della moda”, Matteo Ward racconta la genesi di WRÅD, start – up innovativa e Focus Design Studio che punta all’innovazione sostenibile all’interno del fashion system....

Leggi di più →
GOOD SUSTAINABLE MOOD INTERVIEW
Scopri di più →

Qual è il GOOD MOOD della collezione? "Mi interessava iniziare a lavorare su tessuti e processi, innovativi e sostenibili. Far conoscere alle persone delle alternative effet...

Leggi di più →
GOOD SUSTAINABLE MOOD SS22
Scopri di più →

  Una moda evoluta, definita 5.0, tra sostenibilità e innovazione. Così il marchio Good Sustainable Mood dialoga con i propri clienti, per educarli a una moda green, slow e affascinante. Come ha spiegato Elena Pre...

Leggi di più →
RIFO' INTERVIEW
Scopri di più →

Rifò, progetto nato dall’intuizione di Niccolò Cipriani, promuove la necessità di un cambiamento in un momento di vera e propria emergenza globale. Oggi più che mai è necessario un modello economico etico e sostenibile che possa scuotere l...

Leggi di più →
BAV TAILOR SS22
Scopri di più →

  BAV TAILOR è un brand di lusso sostenibile In armonia con l'uomo e l'ambiente. I materiali usati, certificati naturali e riciclati,  valorizzano forme pulite e geometriche Ispirate all'architettura, al design e alle filosofie o...

Leggi di più →
FROY INTERVIEW
Scopri di più →

Come hai fondato il tuo brand? "Il brand è nato come progetto artistico nel 2009 ed è poi diventato brand di maglieria nel 2018, anno in cui abbiamo anche vinto il concorso...

Leggi di più →