Responsible Innovation 13 Gennaio 2021

RIFO' INTERVIEW

Rifò, progetto nato dall’intuizione di Niccolò Cipriani, promuove la necessità di un cambiamento in un momento di vera e propria emergenza globale. Oggi più che mai è necessario un modello economico etico e sostenibile che possa scuotere l’intero fashion system.

Quando è nato il progetto Rifò, con quali prospettive e perché si chiama così?

Rifò nasce dalla mia esperienza di lavoro in Vietnam, dove ho visto con i miei occhi quanto il problema della sovrapproduzione gravi sul settore dell’abbigliamento. Nell'industria tessile si produce molto di più di quanto venga consumato. Alla luce di questo ho pensato di tornare nella mia città, Prato, e riprendere una tradizione tessile, quella della rigenerazione dei tessuti. Per questo utilizziamo filati prodotti a partire da vecchi indumenti che sono ormai diventati un rifiuto. L'idea è quella di applicare i principi dell'economia circolare al settore dell'abbigliamento, coinvolgendo anche le persone nel processo di rigenerazione attraverso la raccolta di vecchi vestiti. Rifò si chiama così perché nasce proprio da questo concetto: è infatti un’inflessione toscana del verbo “rifare”.

Qual è la filosofia di Rifò, a chi si rivolge?

Rifò è un progetto prima di essere un brand di abbigliamento. Il nostro motto è appunto "dalle persone alle persone". Ci piace l'idea di sperimentare e di offrire, oltre a un prodotto, un servizio di economia circolare, coinvolgendo le persone nella produzione di materie prime seconde. Rifò si rivolge agli avanguardisti, a chi sa immaginare una quotidianità della moda diversa, a chi apprezza l'artigianalità, la qualità e soprattutto vede dietro alle cose un valore emozionale che va oltre il prezzo.

In quanti e quali maniere oggi è possibile fare moda sostenibile e perché è importante?

In moltissime: producendo localmente, attraverso materiali a basso impatto ambientale o anche semplicemente valorizzando un sapere artigianale che rischia di andare perduto. Siamo stati viziati dal fast fashion, ma questo non è più sostenibile. Dobbiamo tornare ad attribuire il giusto valore alle materie prime, ma anche al lavoro delle persone.

Dove e come vengono realizzati i capi Rifò?

A km 30 ci piace dire. In effetti è così, il nostro obiettivo è quello di produrre tutto localmente, nel distretto tessile di Prato che offre tantissime possibilità. In questo modo riusciamo a ridurre i nostri impatti sul pianeta e soprattutto ad averne uno positivo (nel nostro piccolo) sull'economia del territorio, creando opportunità lavorative.

Cosa presenta Rifò per il progetto WSM di White?

Alcuni capi selezionati dalla nostra collezione Urban Jungle A/W 2020. Si tratta di maglioni in cashmere rigenerato realizzati al 95% con filato rigenerato e 5 % lana merino mulesing free. Per la realizzazione di ognuno di questi capi è stato ridotto ad esempio del 95% la produzione di CO2 rispetto ad un maglioncino in cashmere vergine. Inoltre, selezionando i vecchi maglioni in cashmere per colore, è possibile evitare di tingere di nuovo il filato rigenerato. Questo processo meccanico permette quindi di risparmiare moltissimi litri di acqua oltre che di coloranti e sostanze chimiche inquinanti, preservando le riserve idriche del pianeta.

 

 

 

ALTRI ARTICOLI

TIZIANO GUARDINI INTERVIEW
Scopri di più →

“La natura non ha il concetto di scarto e noi ci sentiamo interpellati a riallinearci a questa legge così profonda, così semplice, così vera”. Tiziano Guardini ha dedicato all’ambiente la sua vita e il suo lavoro, la nuova collezione del ...

Leggi di più →
GILBERTO CALZOLARI WSM
Scopri di più →

  Chi è Gilberto Calzolari oggi?  Se mi guardo indietro, vedo in questi ultimi 4 anni ...

Leggi di più →
FEDERICO CINA INTERVIEW
Scopri di più →

Romagna everywhere. Per Federico Cina, designer vincitore del contest Who Is On Next? 2019, il suo paese d’origine è davvero tutto. E lo si nota in tutte le sue collezioni: solari, ironiche, colorate e, senza dubbio, armoniche. ...

Leggi di più →
RIFO' INTERVIEW
Scopri di più →

Rifò, progetto nato dall’intuizione di Niccolò Cipriani, promuove la necessità di un cambiamento in un momento di vera e propria emergenza globale. Oggi più che mai è necessario un modello economico etico e sostenibile che possa scuotere l...

Leggi di più →
BAV TAILOR SS22
Scopri di più →

  BAV TAILOR è un brand di lusso sostenibile In armonia con l'uomo e l'ambiente. I materiali usati, certificati naturali e riciclati,  valorizzano forme pulite e geometriche Ispirate all'architettura, al design e alle filosofie o...

Leggi di più →
TEESHARE SS22
Scopri di più →

  Cosa è la moda per te? La moda è un messaggio da indossare. Q...

Leggi di più →
BLUE OF A KIND INTERVIEW
Scopri di più →

  Puoi parlarci della collezione che presenti al White? Ispirazioni, key pieces, materiali... La nostra è una collezione continuati...

Leggi di più →
STORIES MILANO INTERVIEW
Scopri di più →

Passione per l’ambiente e la sostenibilità, design e qualità dei materiali. Sono questi i punti chiave del brand Stories, guidato oggi da Stefano Giordano, designer e co-fondatore. Insieme al team, il creativo vuole rivoluzionare la moda e il ...

Leggi di più →