Responsible Innovation 10 Giugno 2021

ZEROBARRACENTO INTERVIEW

Raccontaci il tuo percorso e come è nata la tua realtà.

"ZEROBARRACENTO nasce dalla volontà non di rivoluzionare, bensì di ristrutturare (re-shape) i valori dell’industria della moda, slegandosi dai trend stagionali e dalle restrizioni imposte da età e genere, dando vita a un prodotto che possa abbracciare e accompagnare colui che lo sceglie nelle diverse fasi della sua vita, adattandosi ai cambiamenti del suo corpo, del suo stile, della sua personalità. La storia di ZEROBARRACENTO inizia quando, durante la tesi in fashion design al Politecnico di Milano, inizio ad esplorare la sostenibilità come conseguenza del mio spirito d’osservazione: perché mi è sempre piaciuto visitare le aziende tessili, e mi ero resa conto che effettivamente anche le aziende più avanzate, quelle premium, avevano una grande quantità di scarti nella produzione, quindi mi è venuta l’idea di ottimizzare tutto il processo di produzione, sia a livello tessile che di abbigliamento. Perciò proseguo la formazione a Berlino, con un master annuale dedicato alla sostenibilità della moda alla ESMOD, ed è qui che scopro il metodo che diventerà il pilastro di ZEROBARRACENTO: ovvero, lo Zero Waste, una tecnica di confezione poco usata ma molto virtuosa, che permette di creare una sorta di puzzle con i pezzi che vanno a comporre il capo posizionandoli sul cartamodello in un incastro che copre tutta l’altezza del tessuto, così da non avere sprechi, e risparmiare dal 15% di materia in su. Berlino è la città dove nasce il brand con la prima collezione, supportata proprio da una grande azienda tedesca che opera nell’abbigliamento sostenibile con la tecnica dello zero waste: i risultati mi motivano a proseguire con le forze della filiera italiana, quindi in sinergia con le aziende dei distretti dell’eccellenza tessile, dove la grande qualità e la trasparenza sono valori fondamentali e solidi."

Come si porta avanti la tradizione restando al passo coi tempi?

"Credo fermamente che alla base di un buon progetto vi siano cultura e curiosità. Fondamentale è conoscere la filiera per poter innovarla o ottimizzarla, come da DNA ZEROBARRACENTO. Il dialogo con i diversi professionisti è fondamentale, insieme si possono sviluppare soluzioni che partono dal know-how e lo attualizzano, inserendo valori come zero-waste e sostenibilità. Ed è ciò che accade quando inizio a lavorare con le confezioni, la modellistica “Zero Waste” entra, spesso per la prima volta, nei laboratori: con tutto l’impegno necessario a farne attecchire la portata rivoluzionaria, che mentre aggiorna la tradizione storica fornisce un ampio ventaglio di benefici per il presente e il futuro."

Quali i tuoi pezzi iconici che caratterizzano il tuo marchio e come sono nati?

"ZEROBARRACENTO non giudica ma accoglie, non esclude ma include, non spreca ma valorizza. UNISCE l’emotività all’oggetto. Il capospalla è il capo distintivo per antonomasia, il primo contatto che abbiamo con l’altro, diventa quindi strumento per comunicare il proprio io. I nostri capi vogliono essere abbracci: caldi, inclusivi ed espressivamente unici per ciascuno di noi. Gender e age fluid per una ragione ben definita: nessuno può dire cosa si può o non si può indossare, essere o desiderare - né tanto meno definire cosa sia opportuno in senso assoluto. I pezzi iconici ZEROBARRACENTO sono 3: Luciana, dedicato alla nonna, questo cappotto destrutturato ed extra-lungo è disponibile in diverse varianti colore ogni stagione. La sua lunghezza lo rende perfetto per un outfit serale. Indossalo ai vernissage, alle cene, per una serata fuori in compagnia dei tuoi amici. O più semplicemente a casa, quando vuoi sentirti coccolato, ma con stile. Il nostro iconico Kimono, la sua maxi lunghezza ti avvolgerà, facendoti sognare anche nelle giornate più nebbiose. Ma l'elemento chiave del prodotto è il gioco di pieghe strutturali sulla schiena, che creano un effetto ventaglio dalla vita alle spalle. Made in Italy, attraverso la nostra esclusiva tecnica di design zero-waste. Ispirato ai tradizionali kimono orientali. Andrea, questo lungo trench oversize è un capo senza tempo e gender-neutral, il suo particolare collo vivacizzerà il tuo stile. Made in Italy con tessuti di alta qualità, è stato sviluppato attraverso la nostra caratteristica tecnica zero-waste, specialità di ZEROBARRACENTO."

Quali le tecniche artigianali che sono parte del tuo heritage e utilizzi ancora oggi?

"Su ordinazione, o in occasione di specifici progetti, creiamo capi con tessuti creati su telaio a mano. Ovviamente chiedendo alla nostra artigiana di fiducia di utilizzare filati smart selezionati da noi. Un perfetto blend di tradizione, sostenibilità e ricerca stilistica.Da non dimenticare poi il preziosissimo lavoro dei cenciaioli, ancora alla base del sorting manuale dei ritagli pre-consumo utilizzati per dare vita alle preziosissime lane e ai camel Re.VerSo, tessuti chiave delle nostre collezioni invernali."

I progetti per il futuro e che strategie stai sviluppando per superare questo momento

"Il 2020 è stato un anno di grande evoluzione per ZEROBARRACENTO, a partire dal primo lockdown abbiamo inserito diversi capi custom estremamente versatili sia come homewear che outerwear, da Settembre abbiamo lanciato nostro e-commerce in partnership con Renoon e supportati dal progetto della Commissione Europea WORTH e al momento stiamo potenziando la nostra presenza digitale anche grazie al finanziamento Bando E-commerce 2020 – Nuovi mercati per le imprese lombarde. Obiettivo 2021 è espandersi in termini territoriali verso Nord Europa e, in seguito, Asia."

 

 

 

ALTRI ARTICOLI

ID EIGHT INTERVIEW
Scopri di più →

Come avete lanciato il progetto? "Dopo aver visto l’entusiasmo dei nostri amici abbiamo deciso di lanciare una campagna di crowdfunding. Nelle prime 24 ore abbiamo raccolto...

Leggi di più →
PATRICK MCDOWELL INTERVIEW
Scopri di più →

Quando e come ti sei orientato alla sostenibilità? «Avevo 13anni e, non comprandomi i miei genitori uno zaino nuovo, decisi di fare da me. La mia prof di arte rimase entusi...

Leggi di più →
CYCLED INTERVIEW
Scopri di più →

Quando è nato Cycled e qual è la sua filosofia? "Cycled nasce dalla forte passione per la bicicletta e la filosofia che la circonda, fatta di forza di volontà e di quel se...

Leggi di più →
TIZIANO GUARDINI INTERVIEW
Scopri di più →

“La natura non ha il concetto di scarto e noi ci sentiamo interpellati a riallinearci a questa legge così profonda, così semplice, così vera”. Tiziano Guardini ha dedicato all’ambiente la sua vita e il suo lavoro, la nuova collezione del ...

Leggi di più →
TIZIANO GUARDINI WSM
Scopri di più →

  Visti i tuoi traguardi, che cosa è cambiato rispetto ai tuoi inizi? Guardo ai traguardi e mi sorprendo come se non li avessi real...

Leggi di più →
ARTICHOKE INTERVIEW
Scopri di più →

ARTICHOKE BAGS è il brand dedicato ai grandi viaggiatori e a tutti coloro che vivono sempre in movimento, un marchio sostenibile in cui l'aspetto funzionale del prodotto è accompagnato da un'estetica contemporanea. ...

Leggi di più →
10 05 INTERVIEW
Scopri di più →

Raccontaci il tuo percorso e come è nata la tua realtà? "Spesso evito di parlare di me, come se la mia figura non esistesse. Amo parlare così tanto del mio brand che tutto...

Leggi di più →