MAGAZINE 18 Giugno 2021

FESTA FORESTA INTERVIEW

 

Presentati

Mi chiamo Laura Zura-Puntaroni, ho 29 anni, vengo dal mondo dell’architettura ma ho mille interessi. Amo progettare e dar forma ai pensieri, pianificare e fare viaggi, osservare e lasciarmi contaminare da ciò che mi circonda.

Come e perché hai fondato il brand?

Dopo un periodo difficile, nel 2019, ho sentito la profonda esigenza di iniziare a fare qualcosa per me, che rispecchiasse la mia grande energia. 

Come mai questo nome? È troppo carino!

L’ho sognato (ricordo molto spesso i sogni che faccio) nei giorni in cui stavo pensando a un possibile nome – cercavo un nome italiano, che parlasse in qualche modo di me e che comprendesse le cose che amo: la Natura e l’Entusiasmo. Mi sono svegliata con questo nome in mente e ho iniziato a ripeterlo tutto il giorno: non poteva che essere lui.

Perché un brand sostenibile?

Sento un legame fortissimo con la Natura, la sostenibilità non poteva essere semplicemente un obiettivo da raggiungere ma era fondamentale far sì che fosse un punto di partenza. Attualmente molto del peso psicologico della sostenibilità è sul consumatore, che deve destreggiarsi   tra claim, pubblicità e greenwashing; e viene colpevolizzato se non fa le scelte giuste. Se queste scelte venissero fatte direttamente dai produttori, gli stessi consumatori non avrebbero problemi a comprare in maniera “giusta”. Se da acquirente posso provare a fare il possibile, da produttrice ho sentito il bisogno etico di dare il massimo e non scendere a compromessi.

Quali altri valori abbraccia il tuo brand?

Collaboro solo con persone e piccole imprese che ho avuto modo di conoscere a fondo e che stimo profondamente. Credo nei rapporti umani e nell’empatia.

Da dove arrivano i materiali?

Ricerco, studio e seleziono in prima persona materiali naturali e certificati o composti interamente da fibre riciclate. 

In cosa si distingue il tuo brand?

Nell’estrema cura. C’è una canzone di Guccini, la Collina, che verso la fine dice: “Tu che lo vendi, cosa ti compri di migliore?” Produco ogni capo pensando che deve essere la cosa migliore secondo i miei standard. Ho investito sulla qualità e posso affermare che acquisterei io stessa ogni singolo capo. Tutti i filati provengono da aziende italiane e sono certificati secondo standard rigidissimi. Ogni singolo elemento del prodotto finale è stato minuziosamente studiato e testato da me (persino i tag sono realizzati a mano, uno ad uno, con stampa a secco in un piccolissimo laboratorio milanese). Anche la comunicazione è particolare: finalmente si vedono dei corpi normali, senza ritocchi.

Raccontaci la vostra ultima collezione.

La collezione di quest’estate si chiama GESTI ESTIVI e parla della cosa di cui forse ad oggi abbiamo tutti più bisogno: la Normalità. Voglio parlare di cose normali, di costumi da bagno normali, di azioni normali e soprattutto di corpi normali. Vorrei che vivessimo un’estate fatta di creme solari, di costumi bagnati, di docce troppo fredde, di tuffi con la rincorsa, di tramonti infuocati, di libri sotto l’ombrellone, di vino in compagnia. Questa collezione è nata così, con in mente tutte quelle azioni semplici, leggere, “normali” che facciamo ogni estate: nessun manifesto di coraggio, nessuna voglia di scalpore, solo la necessità di stare bene con il proprio corpo e di trovare un capo che ci aiuti in questo scopo.

ALTRI ARTICOLI

GIN SALEMÒ SS22
Scopri di più →

  Nata e cresciuta in Lituania, Gin Salemò ha vissuto e studiato in giro per il mondo, finché è approdata a Milano, dove ha deciso di fondare il marchio che porta il suo nome. Il progetto  è concepito come ...

Leggi di più →
CLANDESTINA SS22
Scopri di più →

  Quali sono i codici, i punti di riferimento imprescindibili del brand? «Immagina di essere nato nella Cuba degli anni Ottanta dal...

Leggi di più →
LESSICO FAMILIARE SS22
Scopri di più →

  Tutto comincia poco prima della pandemia, quando gli amici, ex compagni di NABA e coinquilini da 10 anni Riccardo Scaburri e Alberto Petillo iniziano a “smontare” dei maglioni per diletto. Arriva il lockdown e...

Leggi di più →
THE SILTED COMPANY SS22
Scopri di più →

  Come e quando è nato The Silted Company? Il brand è nato nel 2016 in Romagna dall’idea di due amici, all’epoca poco più che...

Leggi di più →
SIMON CRACKER SS22
Scopri di più →

  Simone Botte è un grafico che lavora in un'azienda di moda abbastanza famosa: più sta lì e più realizza che attraverso l'abbigliamento potrebbe cominciare a dire la sua. L'idea del brand Simon Cracker gli arriva nel 2010 ma ...

Leggi di più →
ETICO SARTORIA MARCHIGIANA INTERVIEW
Scopri di più →

  Marta e Valentina sono due ragazze che hanno la passione per il recupero di antichi mestieri, come la sartoria e la tintura naturale. Il loro brand, ètico - Sartoria Marchigiana, nasce dalla riflessione sul come ...

Leggi di più →